Αναζήτηση αυτού του ιστολογίου

Σάββατο, 29 Σεπτεμβρίου 2018

Il nome corretto di questo "pane santificato" è antidoro (ἀντίδωρον), e può essere tradotto con l'espressione "al posto del dono", cioè dei santi Misteri, ma non come loro sostituto.

Il nome corretto di questo "pane santificato" è antidoro (ἀντίδωρον), e può essere tradotto con l'espressione "al posto del dono", cioè dei santi Misteri, ma non come loro sostituto.

Sebbene la maggior parte degli ortodossi utilizzi questo nome particolare, i bulgari e i romeni usano il termine anafură, che troviamo frequentemente nei libri della Liturgia medio-bulgari e romeni dal secolo XVI in poi. L'idea dell'esistenza di altri pani diversi da quelli eucaristici viene certamente dai primi secoli, ma a quel tempo la loro consumazione aveva lo scopo di una semplice benedizione (nello stesso modo in cui riceviamo la benedizione mangiando il pane e il vino del servizio della Litia), e, altre volte, come dimostrato in altro luogo, uno scopo caritatevole, con i rispettivi pane distribuiti ai poveri.

Diventato poi un sostituto minore della divina liturgia, l'antidoro viene concesso a tutti, perfino a catecumeni e non ortodossi, come una forma di santificazione domestica: si assume al mattino, a digiuno, dopo le preghiere del risveglio. L'antidoro viene benedetto dopo la consacrazione dei Sacri Doni. 

Nella foto, una piccola prosfora della nostra piccola cappella.

Δεν υπάρχουν σχόλια: